GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


venerdì 11 giugno 2021

Da una serie TV

 CHIAMATEMI ANNA

Di recente ho visto una serie su Netflix che mi è molto piaciuta, mi ha riportato ad anni lontani, quando mia figlia bambina guardava il cartone Anna dai capelli rossi. La serie, ispirata a quel romanzo, secondo me, è stata realizzata molto bene: simpaticissimo il personaggio principale, con un'attrice strepitosa e non meno significativi gli altri con i relativi interpreti. Non è stato facile trovarla, sono tutte piene zeppe di violenza, con suspence mozzafiato che certamente non rilassano! Questa è piena di buoni sentimenti, di bellissimi paesaggi, di ambienti semplici accoglienti con arredamenti old America, ricami, maglioni fatti a mano....insomma, avete capito...le cose che a me più piacciono.

Questo il pannello che mi ha ispirato


Naturalmente si tratta solo di un'ispirazione, il pannello sarà completamente diverso. 
Intanto mi ha permesso di sperimentare una tecnica sempre pensata ma mai attuata: applicare la carta alla lana e poi infeltrire. Carta velina, da trattare con molta molta delicatezza altrimenti si sbriciola tutto . Ecco la prova

Ho pensato di realizzare prima un prefeltro con il fondo del pannello e poi, separatamente altri prefeltri da applicare e poi lavorare insieme o, addirittura dei pezzi completamente infeltriti da incollare o cucire.

La foto seguente mostra la base del lavoro (3 strati di lana bergshaf con applicazioni di varie fibre e ciuffi di diversi velli), con delle sagome che indicano i posti occupati da altre applicazioni eseguite separatamente


Quella sagoma orizzontale ed alcune verticali rappresentano i tronchi di alberi, quella tondeggiante in basso a destra un sasso e quelle tre delle grandi foglie.
Il tronco più grande ha la carta applicata (prefeltri)


e questo è il masso (infeltrimento completo)



Sono passata poi alle foglie grandi alle quali ho applicato la tecnica shibori









Andrò avanti con gli aggiornamenti
 



Nessun commento: