GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


martedì 5 aprile 2022

Notte stellata 2 aggiornamento

 Frammento n 30     Serie n 3




Questo frammento, visibile per intero nella terza foto, è stato realizzato in tre pezzi differenti perché non era possibile applicare la tecnica shibori lavorando contemporaneamente tutto il quadrato. La parte centrale è semplice feltro piatto. Il cipresso e la stella, invece, sono in rilievo.

E così il mio contributo alla Notte stellata è terminato, ora non resta che vedere i 3 pannelli con tutti i 189 pezzi assemblati. È stato un bellissimo lavoro che ha impegnato artigiane/i di ogni genere, ognuno con la propria tecnica, creatività, entusiasmo. Questa condivisione è stata presente durante l’esecuzione di tutti i nostri lavori e il risultato, come multiformi elementi di una mirabile orchestra, sarà un’ opera straordinaria a dimostrare che….l’unione fa la forza.

Notte stellata 1 aggiornamento

 Frammento n. 58  serie n. 2


Questo quadrato, sempre delle dimensioni richieste, 50x50 , e’ stato eseguito in sostituzione di una feltraia che non ha potuto eseguirlo. La tecnica usata è sempre quella del feltro ad acqua. Il ramo centrale marrone risulta dall’inserimento di seta ponge’ nel colore desiderato. Per evidenziare e distinguere le pennellate del dipinto ho ripassato i margini con piccoli punti dati a mano. 

venerdì 28 gennaio 2022

Progetto Notte stellata Feltrosa 2022



                                                        Primo pannello    frammento n. 1

Il bellissimo Progetto ideato da Eva Basile e Fabio Giusti per  Feltrosa di quest'anno sta procedendo nella sua realizzazione. Ha ottenuto numerosissime adesioni tanto che ne sono stati proposti 3, ognuno con 63 partecipanti. La curiosità è alle stelle. Mediante degli accorgimenti particolati tutti i quadrotti verranno assemblati per dare origine a 3 Notti stellate, simboli di un lavoro comune eseguito da artigiani/e nazionali ed internazionali. 

L'immagine del quadro di Van Gogh è stata suddivisa in settori: 9 alla base e 7 in altezza (63 in tutto)

I quadrati, assegnati per sorteggio, misurano 50x50 cm, si ottengono così dei pannelli  di 4,50X3,50 m

Numerose sono state le prove che ho fatto per scegliere la tecnica che meglio interpretasse il mio quadrotto, alla fine ho scelto di dividerlo in due parti da realizzare con due tecniche differenti, naturalmente sempre in feltro. (Ho usato lane del DHG) Il tutto applicato su di un'antica tela di lino.



Il risultato è questo




Le pennellate , ritagliate da un feltro precedentemente eseguito, sono state applicate sulla tela con dei piccoli punti



La stella è stata realizzata con la tecnica shibori, con inserimento di una leggera rete scintillante per dare luminosità.








lunedì 6 settembre 2021

Aggiornamento Pannello Anna

                                                                 
Tentativo fallito


Ho dovuto rifarlo, semplificandolo, perchè, a livello di prefeltro, ho pensato di metterlo in lavatrice con un lavaggio a 60°. Rovinato assolutamente. La carta completamente scomparsa nella lana. Quindi, nel rifarlo, i tronchi li ho rivestiti di seta pongé che ha fatto molta fatica ad attaccarsi alla base, ho dovuto aspettare l'asciugatura e poi infilzarlo con l'ago da feltro.
 
                                

Altri cambiamenti: ho rinunciato a inserire le foglie precedentemente preparate con la tecnica shibori perchè mi sembrava non si armonizzassero nè nei colori nè nella forma. Il sasso è stato applicato dal rovescio e modificato nella dimensione,
Le foglioline bianche, infeltrite appena per mantenerne  la leggerezza, sono state indurite con un indurente, a pennello, acquistato da Gargiulo a Lecce. Ne ho messe poche , non come nell'immagine del PC, per non appesantire troppo.
Il risultato mi piace.
Adesso devo fissarlo su di un supporto di legno o compensato 48x84 cm.
.

venerdì 11 giugno 2021

Da una serie TV

 CHIAMATEMI ANNA

Di recente ho visto una serie su Netflix che mi è molto piaciuta, mi ha riportato ad anni lontani, quando mia figlia bambina guardava il cartone Anna dai capelli rossi. La serie, ispirata a quel romanzo, secondo me, è stata realizzata molto bene: simpaticissimo il personaggio principale, con un'attrice strepitosa e non meno significativi gli altri con i relativi interpreti. Non è stato facile trovarla, sono tutte piene zeppe di violenza, con suspence mozzafiato che certamente non rilassano! Questa è piena di buoni sentimenti, di bellissimi paesaggi, di ambienti semplici accoglienti con arredamenti old America, ricami, maglioni fatti a mano....insomma, avete capito...le cose che a me più piacciono.

Questo il pannello che mi ha ispirato


Naturalmente si tratta solo di un'ispirazione, il pannello sarà completamente diverso. 
Intanto mi ha permesso di sperimentare una tecnica sempre pensata ma mai attuata: applicare la carta alla lana e poi infeltrire. Carta velina, da trattare con molta molta delicatezza altrimenti si sbriciola tutto . Ecco la prova

Ho pensato di realizzare prima un prefeltro con il fondo del pannello e poi, separatamente altri prefeltri da applicare e poi lavorare insieme o, addirittura dei pezzi completamente infeltriti da incollare o cucire.

La foto seguente mostra la base del lavoro (3 strati di lana bergshaf con applicazioni di varie fibre e ciuffi di diversi velli), con delle sagome che indicano i posti occupati da altre applicazioni eseguite separatamente


Quella sagoma orizzontale ed alcune verticali rappresentano i tronchi di alberi, quella tondeggiante in basso a destra un sasso e quelle tre delle grandi foglie.
Il tronco più grande ha la carta applicata (prefeltri)


e questo è il masso (infeltrimento completo)



Sono passata poi alle foglie grandi alle quali ho applicato la tecnica shibori









Andrò avanti con gli aggiornamenti
 



lunedì 17 maggio 2021

Meraviglioso Progetto

 #progetto-per-feltrosa2022

Questo sarà un post lunghissimo che aggiornerò continuamente, man mano che ci saranno novità di tipo generale e nuovi esperimenti o decisioni miei.

Quei due geni di Fabio Giusti ed Eva Basile, considerando il fatto che per due anni Feltrosa non ha potuto aver luogo causa covid, hanno pensato un'attività collettiva che, si spera, porti ad un favoloso risultato per la prossima edizione.

Si parte da un'opera pittorica universalmente conosciuta: La notte stellata di Van Gogh e, dopo averla pubblicata sul sito di Feltrosa e su altri social, la si suddivide in quadrati numerati, ognuno dei quali , mediante sorteggio in diretta Fb, viene assegnato alle partecipanti al progetto.

Ogni artista realizzerà il suo quadrato 50x50cm con una tecnica tessile a piacimento, sbizzarrendosi all'infinito con due uniche accortezze: rispettare il più possibile colori e forme. 

I quadrati realizzati, fotografati, saranno assemblati assieme nella nuova composizione fotografica dell'Opera inizialmente e successivamente ricomposti materialmente in occasione di Feltrosa 2022. 

Dovrebbe ottenersi un pannello di grandi dimensioni: 3,50m x 4,50m!

La proposta è stata talmente entusiasmante che nel giro di pochissimo tempo si sono raccolte tutte le 63 adesioni  necessarie e, data l'altissima richiesta si sta pensando ad un pannello bis per non lasciare fuori dalla partecipazione nessuno.

Questo è il quadro con i nomi assegnati


Questo è il quadrato n. 1 che mi è toccato in sorte: bellissimo.

C'è veramente da sbizzarrirsi tante sono le possibilità di realizzazione con tecniche più o meno ortodosse della lavorazione del feltro ad acqua.

Per incominciare ho pensato di appuntarmi alcune idee per avere, alla fine, chiara la scelta 


E oggi, 17 Maggio 2021 ho iniziato con una ricerca di colori utilizzando le mie lane DHG

Nella sequenza mostro il primo strato, il secondo, il terzo con l'aggiunta di fibre di seta





Ed, infine, dopo l'infeltrimento


I colori mi sembrano abbastanza vicini all'originale.

18 Maggio 2021

Ho usato queste lane
e precisamente : buio, tuareg, firenze, chagall, alba, bianco, zafferano, sole, capirinha. Poi fibre di seta.


Il feltro ottenuto, per realizzare questo primo esperimento, è stato tagliato in striscioline. L'idea era quella di realizzare in feltro le pennellate del quadro


e poi in rettangolini irregolari che ho, successivamente, ancora infeltriti con le mani


e quindi disposti su di una tela secondo un primo schema


o un secondo


ma nessuno dei due mi ha convinto perchè si perde completamente l'andatura delle pennellate.

                                                                           20 Maggio

Questa è una prova per misurare l'infeltrimento.
Sono partita da un quadrato di 40x40 cm, sempre 3 strati


ed ho ottenuto un quadrato di 32x32 cm   Fattore di calo 1,3



22 Maggio

Riprendo il racconto
Ho provato ad incollare i feltrini su di una tela con del Vinavil. La tela definitiva, eventualmente, non dovrebbe essere come quella della foto ma una iuta dipinta di bianco. 
Il risultato è questo, appena sufficiente.


Poi, dopo aver rifatto un feltro con le caratteristiche del mio quadrato, sempre a tre strati , l'ho cucito in piccoli tratti sulla tela ed ho tagliuzzato le zone libere:

ma il risultato non mi ha convinto perchè lasciavano scoperte zone di tela troppo evidenti.

27 Maggio

Ho poi voluto sperimentare lo spessore delle pennellate viso che nel quadro la tridimensionalità è di grande effetto. Ma ci riuscirò con il feltro?

Ho disposto 2 strati di lana grigia

Sulla quale ho disposto dei ciuffi di lana piuttosto cicciottelli, nei colori che mi sembrano necessari



e qualche fibra di seta bianca

Dopo un parziale infeltrimento questo è il risultato


che ho ritagliato in segmenti rappresentanti le pennellate


Dopo di che ho preparato la base di due strati di lana bianca (che rappresenterebbe la tela)


sulla quale ho disposto i prefeltri



ed ho definitivamente infeltrito


E' evidente che non ho rispettato l'andamento dei colori ( non era questo che mi interessava), ho guardato lo spessore che mi è sembrato abbastanza buono, ma non altrettanto soddisfacente il distanziamento, troppo ravvicinati i segmenti. I colori mi sono apparsi piuttosto opachi, forse a causa dei due strati iniziali di lana grigia.


30 Giugno

Ancora una prova per inserire una rete dorata o argentata per poter dare luminosità in alcuni punti






Ecco fatto. Adesso mi fermo con gli esperimenti, mi pare di avere le idee abbastanza chiare su come realizzare il mio quadrato che dovrà aspettare un pò di tempo per essere messo in opera.