GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


mercoledì 20 luglio 2016

Daniel

 
 
 
 
 
In questo blog ho sempre raccontato di avvenimenti felici.
 Feltrosa è stata sempre un'occasione entusiasmante per le nuove esperienze, per la conoscenza di eccellenti insegnanti, per le tecniche sempre interessanti da sperimentare ma, soprattutto, per gli incontri.
Oggi, purtroppo, racconto un tristissimo avvenimento, un orribile incidente stradale che ci ha portato via il nostro carissimo Daniel.
Ricordo la prima volta che lo vidi in una lontana Feltrosa, che girovagava tra i nostri tavoli da lavoro, scattando foto. Non sapevo chi fosse né che ruolo avesse. Fui impressionata dalla sua bellezza, da quel suo sguardo ridente, limpido, amichevole, dalla sua gentilezza. Poi ho avuto modo di apprezzare la sua bravura, il suo entusiasmo, la sua signorilità e correttezza. Una persona elegante perché elegante era la sua anima.
Ha lasciato un segno profondo in tutti quelli che lo hanno conosciuto, immagino lo strazio della perdita in chi lo ha amato.
In questi giorni on line scorrono tante sue fotografie a sottolineare un distacco che non vuole, che non può avvenire. Anche io ne ho diverse, posto questa scattata durante un corso nella Feltrosa del 2012, durante il quale ci insegnava a migliorare le nostre foto. Io non ci sono riuscita, troppo frettolosa e impaziente la mia mano. Ma ti ringrazio ugualmente, caro Daniel, per avermi dedicato alcuni dei tuoi splendidi sorrisi. 

2 commenti:

Marisa Rossi ha detto...

Grazie cara Giulia di quello che hai scitto. Hai detto molto bene; Daniel era un anima elegante. Riposi in pace.

Zdolność-tworzenia ha detto...

To straszne. Bardzo mi przykro.