GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


giovedì 23 giugno 2016

Ancora prove

Mi rendo conto di essere proprio all'inizio. Ancora totalmente coinvolta dal feltro, ho a lungo trascurato il mondo dell'ecoprint. Ho sempre ammirato i lavori bellissimi che comparivano on line ma non mi sono mai cimentata, pur avendo frequentato un interessantissimo corso con Irit Dulman in una lontana Feltrosa.
Dopo le splendide giornate di Brentonico con Agostina Zwilling mi sarei voluta subito tuffare nella tintura naturale, ma la difficoltà di reperire immediatamente tutti i reagenti e colori necessari mi ha portato a sperimentare qualcosa nel campo della stampa naturale, cosa che sto ancora facendo con molto divertimento.
Perciò prendo nota degli ultimi risultati. (Oggi, comunque ho iniziato a mordenzare qualcosa).
La seta pongé è stato il supporto di un telo leggero di nuno feltro su cui ho spruzzato dell'acqua con ferro rimasta da prove precedenti. Ho disposto foglie di euca, mortella, pittosporo e ginco ma, di esse, solo euca e mortella hanno lasciato traccia. Ho sparso anche qualche frammento di radice di robbia, tutto sul lato della lana merino. Chiuso bene il fagotto, ho lasciato bollire  nel brodo di euca per 3 ore e mezzo. Ho dimenticato l'aceto. Alla fine mi sono stancata ed ho aperto.




 
Dopo un abbondante risciacquo e l'asciugatura questo è il risultato









Ma le prove non sono finite qui. Ho attorcigliato intorno ad un sasso ed ho inserito dei chiodi:










Ecco.

1 commento:

allesgewollt ha detto...

Phantastisch !!!!
Wunderschöner Eco - Print !

Herzliche grüße, Angela