GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


mercoledì 5 giugno 2013

Feltrosa 2013

Sono ormai trascorsi un pò di giorni dalla chiusura di Feltrosa, ma io ritorno ancora con un pizzico di nostalgia a quei bei giorni passati ad Amelia. Il luogo, per me un pò difficile da vivere vista la grande e riposante pianura a cui sono abituata, ci ha accolte con la sua bellezza ed un cielo quasi sempre sereno, con la gentilezza e disponibilità delle persone e la dolcezza del paesaggio.
Quest'anno, essendo stata chiamata ad organizzare un corso sul collo con tecnica shibori, ho goduto di particolari privilegi e sono stata alloggiata assieme ad una collega, in un bucolico B&B alquanto distante dalla città ma in un ambiente gradevolissimo, con fiori e prati e alberi e uccellini e vialetti....bellissimo, molto godibile se fossi stata più libera.

Ed è per questa ragione che non ho avuto grande disponibilità di tempo essendo impegnata nel workshop e quindi pochi sono stati i miei scatti fotografici.
Le feltraie partecipanti hanno provveduto on line con una vasta documentazione di immagini alla quale, eventualmente, voi amiche lettrici potrete fare riferimento e poi, su www.Feltrosa.com troverete il servizio fotografico di Daniel Kevonian, fotografo ufficiale dell'Evento, eseguito con l'accuratezza che ormai conoscete.
Divertente è stato partecipare al lavoro di gruppo curato da Diana Biscaioli "Il mio, il tuo, il suo, il nostro tappeto in feltro" con la produzione di Mandala ispirati a temi diversi . Tappeti che successivamente sarebbero stati donati ad Associazioni di volontariato. Una bella esperienza guidata da feltraie incaricate di coordinare i lavori che ha dato luogo ad allegria, colore, simpatia e creatività.



Secondo me, straordinaria è stata l'ideazione e l'organizzazione della mostra Arte lungo le mura, opere in feltro selezionate e poste lungo il camminamento murario di Amelia. Paesaggio mozzafiato e lavori scenografici a sottolinearlo davano un notevole impatto emozionale.







 
Altrettanto strepitosa la mostra " 100 gr " allestita nel cortile del Museo Archeologico di Amelia con opere provenienti anche dall'estero, alcune perfette nella loro esecuzione.
 

 











Una coinvolgente performance del Vocabolamacchia-teatro-studio ne ha sottolineato il significato con un lungo, fluttuante nastro azzurro simbolo della creatività.                                                       
                                      
                  

Il mio corso si è svolto in 8 ore di duro lavoro, le partecipanti hanno prodotto 12 colli ad anello di cui vi mostro alcune immagini














 
 Domenica mattina, l'idea preoccupante di dover trascorrere 10 ore in treno per il ritorno a casa, mi ha fatto accogliere con entusiasmo l'invito di una mia cara amica salernitana di fare il viaggio in macchina con lei e quindi, dovendo partire di buon'ora, ho perduto le ultime interessanti attività del Convegno.
Anche questa volta ho avuto modo di conoscere personalmente "amiche" di FB, di riincontrare vecchie conoscenze, di ridere e scherzare, di riinsaldare vecchi rapporti. E' per tutto questo che non finirò mai di ringraziare Eva Basile e tutti i suoi collaboratori: Feltrosa è l' imperdibile appuntamento che attendo sempre impazientemente ogni anno.

6 commenti:

Eva Basile ha detto...

Ciao Giulia, grazie del post sempre gentile e pieno di belle immagini!

Eva Basile ha detto...

Ciao Giulia,
grazie per questo post nel tuo seguitissimo blog! Come sempre sei gentile e le foto sono belle.
Eva

GalaFilc ha detto...

Thanks for the pictures, it is so interesting.

ilaria lotti ha detto...

Bellissimi i tuoi colli; e dalle foto traspare un bella atmosfera, deve essere una manifestazione unica!

Paolo Uliana ha detto...

Grazie a te per il tuo entusiasmo e per il bell'articolo.

Pietrina Atzori ha detto...

bel post e belle foto.
Grazie Giulia