GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


giovedì 8 settembre 2011

PECORE ATTIVE


Eccoci tutti intorno al nosto .....capolavoro, esausti ma felici!

Un post un pò lungo questa volta, ma veramente non mi riesce con poche immagini e poche parole descrivervi la bellissima esperienza appena terminata.
Il corso era finalizzato all'apprendimento delle tecniche di feltratura e realizzazione di semplici manufatti (un corso base in pratica) organizzato dall'Associazione PECORE ATTIVE, vincitrice del Bando 2010 "Principi Attivi" - Nuove idee per una Puglia migliore - finanziato dalla Regione Puglia e realizzato presso la Comunità di Fornello Altamura.
Essendo numerosi i partecipanti (una 20na) si è pensato di produrre un tappeto e, per comodità, si è ritenuto di dividerlo in otto parti (sento già le urla di disgusto delle puriste....perdono, perdono!)

4 robusti strati di lana altamurana


alcuni dei frenetici cardatori
Viola e Vania, mia ospite accortissima nel suo ridente B&B
le produttrici di prefeltri
il lavoro è lungo...
alcuni scorci dell'ambiente circostante, molto ben attrezzato per l'ospitalità

Carlo e
Lisa, due ragazzi straordinari

nessuno è inattivo
e mentre gli otto pezzi di tappeto, dopo una faticosissima feltratura fatta al tavolo con allagamenti preoccupanti di acqua, asciugano al sole,
non si perde tempo e si confezionano oggettini più piccoli tipo fiori, portacellulari,
portafoto

e cappelli













Non tutti i pezzi sono stati feltrati allo stesso modo quindi si è dovuto procedere ad un leggero ridimensionamento (altre urla!)
accostati secondo uno schema prestabilito
pazientemente cuciti insieme con un robusto punto croce
l'unico pezzo così ottenuto è stato trasportato fuori per un ulteriore infeltrimento.


Furiosamente calpestato a suon di "Pizzica"





Rullato con i piedi nelle quattro direzioni


Il risultato finale

In particolare ringrazio l'intelligente e lungimirante generosità di pensiero di Don Saverio.

P.S. il volto di una bella ragazzina è stato purtroppo oscurato perchè minorenne.

6 commenti:

Ginny Huber ha detto...

Wow-Giulia! Magari il mio italiano sarebbe cosi corrente per scrivere un commento includere tutti le cose che mi ha colpito!! --Che belle foto,ptatica meravigliosa..Grazie per averci detto questa storia. Bravi tutti.

feltroanch'io ha detto...

Bello, bello il tappeto, bellissima l'esperienza, feltrare e follare a suon di pizzica deve essere magnifico!! e la dimostrazione che io non sono una purista è che non ho urlato, anzi mi sono rassicurata: se una brava feltraia come te utilizza le forbici per fare i ritocchini, allora non sono poi una schiappa (si, perchè io le forbici..le uso...ogni tanto...sempre meno però :-) )!!!

un abbraccio

silvia

Angelika Geißler ha detto...

What a wonderful rug. Where are you planning to hang or lay it? I am sorry but in case you told about in your comments to the pictures - I did not understand as I do not speak Italian.
Angleika

GIfelt ha detto...

@Angelica: usa il traduttore! Il tappeto non è mio, è di un'Associazione e non so che uso ne faranno.
@Silvia:è necessario venir meno ai "principi" talvolta, no?
@Ginny: in effetti è stato molto bello, anche a me mancano le parole.

rosa ha detto...

STRAORDINARIO!!

ANNA ha detto...

Bellisimo! Preciosa alfombra, dan ganas de estirarse :)
Buen trabajo de equipo, felicidades.