GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


giovedì 28 gennaio 2010

Per Sofia

Sofia, la mia nipotina di 4 anni che fra poco andrò a trovare a Bologna, è una gran vanitosona. Ho pensato di portarle questa borsina ( copiata dal libro di Annette Quentin-Stoll: Filz Spiel Maro Verlag editore) che riempirò con rossetti, smalti, specchio e via dicendo.

La tracolla è il classico cordone.

Preparare dei salsicciotti possibilmente di calibro uguale (tastare con le mani) e disporli, uno alla volta sullo stuoino.

Avendo cura di lasciare asciutte le estremità, bagnarli con acqua bollente saponata e rollarli nello stuoino.

Unire le estremità e rollarle fino ad ottenere il cordone della lunghezza voluta. Disegnare la sagoma della borsa sulla plastica a bolle e ricoprirla con due strati di lana( io ho usato la bergschaf), sporgendo leggermente dai bordi. Dopo aver bagnato e massaggiato la superficie aiutandosi con un altro telo di plastica a bolle, disporre all'altezza voluta il cordone e massaggiare con acqua e sapone le estremità fino a che le fibbre non si uniscano le une alle altre.Appoggiare la sagoma, precedentemente ritagliata nella plastica, sulla superficie e ripiegare all'interno i bordi.Ricoprire quest'altro lato con altri due strati di lana.Bagnare, massaggiare, rivoltare e ripiegare i bordi.Ricoprire il tutto con il secondo telo di plastica a bolle , arrotolare, avvolgere in un asciugamano e rollare per un centinaio di volte (400 in tutto) lungo tutte e quattro le direzioni.Con le forbici operare un taglio all'interno della borsa sulla faccia interna.dal quale si estrarrà la sagoma.Ritagliare poi le zampete palmate.Adesso si deve arrotolare la borsa nell'asciugamano soltanto, rollando ancora in tutte e quattro le direzioni ( una 50ina di volte per direzione), curando di staccare ad ogni passaggio le due facce della borsa infilando una mano all'interno.Per un migliore infeltrimento si può ripassare tutta la superficie massaggiandola direttamente con le mani , acqua calda e sapone.Dopo di chè risciacquare abbondantemente , strizzare e sbattere con violenza su di un asciugamano.Arrotolare in un asciugamano asciutto e rollare per provvedere ad una prima asciugatura.Ecco la borsa finita ma ancora bagnata.Ed eccola qui del tutto terminata , asciutta e pronta per la partenza.

8 commenti:

..althea officinalis.. ha detto...

la nipotina sarà contenta del suo splendido regalo!
buona permanenza!

Renata ha detto...

semplicemente meravigliosa ! Complimenti !!!

anna ha detto...

Complimenti bellissimo !! un giorno imparerò anch'io usare il feltro Buon week end !

Elena ha detto...

E' dolcissima, penso che la tua nipotina sarà strafelice di ricevere questa borsetta unica creata apposta per lei!!!!

Tilly ha detto...

La borsa è veramente un amore... e ti chiedo ufficialmente il permesso di poter eventualmente utilizzare il procedimento per fare qualcosa di simile.
E' da un pò che ho la tentazione di avventurarmi in questo campo e il tuo tutorial è molto dettagliato..
Posso?

Roberta Filava ha detto...

Ma che bello Giulia questo tutorial ela borsa è deliziosa come anche quella dell'ultimo post..posso condividerlo su FB?..piacerà molto alle mie amiche!!
non sai quanto mi piacerebbe averti qui per qualche corso e comunque la ricerca che stai facendo per l'università sulla lana autoctona mi interessa molto..potrò farmi una chiacchierata con te prima o poi?
ti abbraccio forte
roberta

GIfelt ha detto...

Carissime amiche, vi ringrazio sempre dei vostri apprezzamenti che, inutile dirlo, fanno molto piacere. Le mie foto le potete usare come volete, non occorre chiedere permessi, anzi, grazie.
Anche a me piacerebbe conoscervi personalmente, chissà che prima o poi non avvenga, per telefono quando volete.
bacioni
Giulia

Yorky ha detto...

Bellisimoooo, que feliz estará esta niña, que amorosa eres Giulia, cariños desde Chile.