GIfelt

FELTRO ARTIGIANALE AD ACQUA


domenica 4 gennaio 2009

W la montagna




Fra qualche giorno partirò per una vacanza di una settimana in montagna. Mi farò più di 1000 Km, ma non importa, sono felice! Mi piace moltissimo e mi sto preparando con entusiasmo. Ho incominciato con un cappellino (tanto per cambiare) sul quale ho applicato due fiori intercambiabili. E' appoggiato su di una sciarpa bianca che avevo fatto un anno fa, i cui bordi irregolari sono a triangoli, forse è venuto il momento di adoperarla. Non vedo l'ora...

13 commenti:

Tilly ha detto...

I cappellini sono bellissimi.. buon viaggio!!

Cl@udia ha detto...

adoro i cappelli !!!
Sarai una turista vacanziera molto elegante ed originale..
Complimenti !!!

marisa ha detto...

Grazie per essere passata da me.Mi sembri una persona molto interessante e creativa.Molto belli i tuoi cappelli e in particolare mi son piaciuti gli stivaletti in feltro.
Abbiamo in comune Agostina, la quale fa parte del mondo patchwork.
Ti metto tra i miei preferiti e ..teniamoci in contatto.
Ciao
Marisa

teodo ha detto...

Ma sono bellissimi questi cappellini.
ciao buona montagna.

GIfelt ha detto...

Certo, avere in comune Agostina non è poca cosa. E' stato uno degli incontri più felici della mia vita.
Giulia

CLAUDIA ha detto...

Buona vacanza in montagna, cara Giulia!!! Certo che ti devi fare un bel viaggetto!
Ciao
Claudia

Simo ha detto...

Giulia, buon viaggio! Che belli i cappelli...ciao, un abbraccio

Eduardo Miguel ha detto...

- Olá Giulia!!! como está? agora você já pode entrar em meu blog e compreender melhor seu conteúdo com tradução mais clara e objetiva passe por lá e confira, se houver qualquer problema quanto ao sistema por favor me avise...
- Parabéns pelos posts e pelo número de participantes que está aumentando... grande abraço do Brasil

Sabrina ha detto...

Ciao Giulia...sono capitata per caso nel tuo blog e ne sono rimasta affascinata...
Sei davvero molto brava con il feltro, riesci a creare cose favolose!!!
Se non ti dispiace ti inserisco tra i preferiti, così ogni tanto vengo a farti visita!!! Baci....

Cl@udia ha detto...

cara Giulia, ti faro' sicuramente sorridere con la mia "interpretazione" del Freeform crochet.
Praticamente, tolto il fatto che ho cucito la striscia di seta nel modo tradizionale, a macchina, per il resto ho fatto tutto " a braccio ".
Nel senso che , per primi ho cucito i dischi di seta, ho fatto il contorno con la lana usando l'uncinetto e, dove non riuscivo ad attaccarli tra loro con i punti dell'uncinetto,ho usato ago e filo di lana.
mi sono inventata tutto, scimmiottando ciò che potevo aver intuito dalle immagini su internet...
Sembr assurdo ma è così..
forse è proprio il bello della tecnica, non avere esempi...

Sabrina ha detto...

Ciao Giulia... grazie per essere passata e per i complimenti!!!
Infatti siamo conterranee... chissaà se un giorno ci incontreremo...
Un abbraccio!!!

chiara ha detto...

ciao! sono passata a ringraziarti per il tuo commento e ho trovato un mondo splendido..sarà che ho sempre adorato il feltro? sei assolutamente bravissima, i tuoi boa, sciarpe, corpetti, cappelli sono splendidi! tutto bellissimissimo, ti linko subito per venire spesso a vedere le tue meraviglie!
baciotto

i roberti ha detto...

veramente belli Giulia ti staranno benissimo! buon viaggio e riempiti gli occhi di bianco e soave e quando tornerai produrrai delle altre cose bellissime!
bella l'idea delle spille interscambiabili...lo sai che piacciono gli oggetti "aperti"..
ho fato le palline ma le ho dovute mettere in uno strofinaccio e strinegre con un elastico..è corretto? mah..andrò avanti così..
un bacio grande
roberta